select


25/05/2017

Serie A2
Dopo il convincente +16 al PalaNat c’è il primo “match point” per chiudere la serie. In palio l’accesso allo spareggio-promozione. Zanotti: “Attenzione, Ferrara sarà molto più agguerrita”
“Correva la fantasia verso la prateria, tra la via Emilia e il West” cantava anni fa Francesco Guccini. E ancora una volta anche la fantasia e le emozioni del Geas volano verso una terra, quella emiliano-romagnola, che negli ultimi anni ha spesso intrecciato il proprio destino con quello, fatto di gioie o lacrime, delle rossonere. Dall’euforia della Coppa Italia vinta a Rimini o la promozione-thrilling in A1 festeggiata a Castel San Pietro Terme due anni fa, passando per lo sconforto della gara della retrocessione giocata lo scorso anno a Vigarano, il Geas fa ancora una volta rotta verso l’Emilia, questa volta con destinazione Ferrara, a pochi chilometri dal palazzetto di quella triste notte di 13 mesi fa, per dimenticare quella partita e ricominciare a correre verso la prateria del futuro, e magari di nuovo verso quel cortile di emozioni compreso tra la via Emilia e il West, con una possibile finalissima contro Bologna all’orizzonte.



Dopo il netto 70-54 di gara-1, dove il Geas ha spaccato il match fin dal primo quarto (29-12 al 10’) sfruttando lo straordinario apporto del trio Ercoli-Arturi-Barberis e ha poi condotto in pianta stabile, le rossonere hanno scacciato anche il fantasma dell’eliminazione ai quarti di Coppa Italia subita proprio contro Ferrara a marzo.


Ora al PalaHiltonPharma di Ferrara c’è il primo dei due match point (palla a due giovedì 25 alle 20.30) per accedere allo spareggio finale per la promozione in A1, ben sapendo che comunque, anche in caso di passo falso, Sesto potrà contare su un’eventuale decisiva gara-3 domenica sul parquet amico. Che però non è certo l’opzione preferita dalle rossonere. Chiudere in due gare può garantire anche un utile risparmio di energie rispetto a chi vincerà l’altra serie in corso, quella fra Bologna e Vicenza, che al momento di scrivere è appena stata impattata sull’1-1 da parte delle venete.


COACH ZANOTTI – “Dobbiamo andare a Ferrara senza pensare alla gara d’andata. Mi è sembrata una partita soft, non un classico big match da playoff. Loro in casa vorranno vendicarsi e saranno sicuramente più agguerrite di quanto lo siano state qui a Sesto. Noi vorremmo riuscire a chiudere la serie già giovedì senza allungarla ad una pericolosa gara-3, quindi cerchiamo di andare cariche e con grande determinazione. La cosa a cui dovremo fare più attenzione è la difesa: domenica soprattutto nel primo tempo siamo state un po’ molli, dovremo anche conceder loro meno tiri aperti perché in gara-1 gliene abbiamo lasciati tanti ma non sempre li sbaglieranno, come già ci avevano dimostrato con la prestazione balistica in Coppa. In attacco dovremo correggere qualche errore ed essere brave ad adeguarci più velocemente ai loro tipi di difesa: se riusciremo a giocare come domenica aggiustando questi particolari allora potremo portare a termine la missione”.


Ufficio Stampa Geas
Leggi...
25/05/2017

Serie A2Dopo il convincente +16 al PalaNat c’è il primo “match point” per chiudere la serie. In palio l’accesso allo spareggio-promozione. Zanotti: “Attenzione, Ferrara sarà molto più agguerrita”
“Correva la fantasia verso la prateria, tra la via Emilia e il West” cantava anni fa Francesco Guccini. E ancora una volta anche la fantasia e le emozioni del Geas volano verso una terra, quella emiliano-romagnola, che negli ultimi anni ha spesso intrecciato il proprio destino con quello, fatto di gioie o lacrime, delle rossonere. Dall’euforia della Coppa Italia vinta a Rimini o la promozione-thrilling in A1 festeggiata a Castel San Pietro Terme due anni fa, passando per lo sconforto della gara della retrocessione giocata lo scorso anno a Vigarano, il Geas fa ancora una volta rotta verso l’Emilia, questa volta con destinazione Ferrara, a pochi chilometri dal palazzetto di quella triste notte di 13 mesi fa, per dimenticare quella partita e ricominciare a correre verso la prateria del futuro, e magari di nuovo verso quel cortile di emozioni compreso tra la via Emilia e il West, con una possibile finalissima contro Bologna all’orizzonte.



Dopo il netto 70-54 di gara-1, dove il Geas ha spaccato il match fin dal primo quarto (29-12 al 10’) sfruttando lo straordinario apporto del trio Ercoli-Arturi-Barberis e ha poi condotto in pianta stabile, le rossonere hanno scacciato anche il fantasma dell’eliminazione ai quarti di Coppa Italia subita proprio contro Ferrara a marzo.


Ora al PalaHiltonPharma di Ferrara c’è il primo dei due match point (palla a due giovedì 25 alle 20.30) per accedere allo spareggio finale per la promozione in A1, ben sapendo che comunque, anche in caso di passo falso, Sesto potrà contare su un’eventuale decisiva gara-3 domenica sul parquet amico. Che però non è certo l’opzione preferita dalle rossonere. Chiudere in due gare può garantire anche un utile risparmio di energie rispetto a chi vincerà l’altra serie in corso, quella fra Bologna e Vicenza, che al momento di scrivere è appena stata impattata sull’1-1 da parte delle venete.


COACH ZANOTTI – “Dobbiamo andare a Ferrara senza pensare alla gara d’andata. Mi è sembrata una partita soft, non un classico big match da playoff. Loro in casa vorranno vendicarsi e saranno sicuramente più agguerrite di quanto lo siano state qui a Sesto. Noi vorremmo riuscire a chiudere la serie già giovedì senza allungarla ad una pericolosa gara-3, quindi cerchiamo di andare cariche e con grande determinazione. La cosa a cui dovremo fare più attenzione è la difesa: domenica soprattutto nel primo tempo siamo state un po’ molli, dovremo anche conceder loro meno tiri aperti perché in gara-1 gliene abbiamo lasciati tanti ma non sempre li sbaglieranno, come già ci avevano dimostrato con la prestazione balistica in Coppa. In attacco dovremo correggere qualche errore ed essere brave ad adeguarci più velocemente ai loro tipi di difesa: se riusciremo a giocare come domenica aggiustando questi particolari allora potremo portare a termine la missione”.


Ufficio Stampa Geas
Leggi...
24/05/2017

Serie A2
Velco Vicenza 51
Pegoraro 5 (1/5 da due, 1/3 da tre), Madonna 10 (2/4, 2/6), Caldaro ne, Diodati ne, Nicolodi 5 (1/5), Stoppa (0/3), Ferri 11 (3/7), Zanetti ne, Cappozzo, Pieropan 5 (1/1, 1/5), Jakovina 15 (6/10, 0/2)
All. Corno

Matteilplast Bologna 39
Franceschelli 5 (1/7, 0/3), D’alie 4 (2/6, 0/2), Tava 5 (2/5, 0/3), Mini 12 (5/7, 0/4), Meroni 2 (1/4), Cordisco, Tassinari 1 (0/5, 0/3), Dall’Aglio, Storer, Cadoni 10 (5/6),  Poletti ne, Nannucci.
All. Roveri

Arbitri: Belprato e Borrelli 

Spettatori 400


Vuole la rivincita, vuole la vittoria, vuole la bella (ed essere piu’ bella di gara1) “la Vicenza che sogna” un posto in paradiso. Bologna fa paura perche’ o la si batte stasera, o non potrai metterle pressione e riaprire la serie sabato prossimo al PalaCarisbo. Non potrai regalare nemmeno un compleannocome si deve al vecchio leone, patron Concato seduto come sempre al suo posto. Il Palagoldoni e’ carico di biancorosso e  la curva di ragazzi rubati dal Menti che si fanno sentire. 

Primo Quarto 18-10
Tripla di Madonna al primo shoot frontale, risponde D’Alie ma sul ferro. Bene Bologna in avvio che crea superiorita’ per Tava sotto canestro, fallo e libero a segno. Mini e’ un peperino e sguscia rapida imitata da Pegoraro, dopo 3’ e’ ancora parita’, 5-5. Poco dopo break Vicenza che potrebbe allungare ma Ferri sbaglia e D’alie rimedia. Al timeout e’ 12-7 Vicenza che riprende a difendere forte con Jakovina per Pieropan, mandando fuori giri Bologna per tre volte consecutive oltre i 24.
Si fa spavalda una Jakovina molto ispirata stasera e Ferri in rotazione manda Vicenza in fuga (16-9 ) a 1’ dal termine del primo quarto dove Madonna rientra sui legni e combina con un assist al bacio per altri due punti di Ferri dai liberi. Bologna molto imprecisa e meno autorevole della gara di andata riesce solo a limitare i danni sul 18-10

Secondo quarto 30-20
Chiede la reazione coach Roveri, lascia in quintetto Tassinari e aggiunge Meroni per dare fisicita’ Il blitz rossoblu non riesce e dopo un minuto e’ gia’ timeout. Dentro anche Nannucci e Mini ma le ragazze bolognesi non si trovano piu’ mentre le biancorosse scappano con una roccioso terzo tempo di Jakovina che danza sul ferro e infila il +11. Svuotata  e poco convinta laMatteiplast colleziona airball mentre Vicenza sciupa un 2vs1 con Ferri che poco dopo si fa perdonare con un canestro in allontanamento e poi irretisce Cadoni sotto le plance (sfondamento). 
Bologna raddoppia gli sforzi e accelera ma gli inserimenti individuali non ripagano. Corno chiama timeout infuriato per le chance lasciate alle rivali  in coast to coast frequenti. 
Ma con la tripla di Pieropan dall’angolo Vicenza corre via e il Palagoldoni e’ on fire 28-16, poi arrotondato al pur sempre rassicurante 30-20.

Terzo Quarto 38-27
Dopo una tripla di Madonna e un rimbalzone di Nicolodi, la palla comincia a scottare. Non fa meglio Bologna con doppio errore dall’arco di Tava, complicato dalla tenace difesa berica che costringe ancora a soluzioni forzate sulla sirena. Ma le emiliane non mollano, carica di falli Vicenza e guadagna punti preziosi in lunetta. La supremazia biancorossa pero’ continua 37-25 al massimo sforzo tenta la tripla definitiva con Stoppa, salita per dar fiato a Jakovina, non concede il possesso e organizza una difesa asfissiante. Madonna e’ come una calamita su Mini gia’ in doppia cifra (12 punti), la squadra chiude forte e riparte, gioca da dio eppure pecca sulla facile tabella. Si va al riposo in vantaggio si, il punteggio ‘braccino’ (8-7 totale) ma un tesoretto di +11 da amministrare

Quarto Quarto
Corno riparte da Ferri sotto le plance mentre Nicolodi recupera un po’. Momento delicato, cresce la paura di vincere e le  vicentine sembrano stanche, Bologna si porta anche a -7 con Franceschelli ( 40-33 a 6’18”). Corno richiama timeout e risparmia Nicolodi per il rush finale, c’e’ Jakovina.
Il Palagoldoni e’ una bolgia infernale, tifosi storici pescati in piedi e 400 cuori che aspettano con ansia. Retina in fiamme di Jakovina 44-33 a 4’50” da giocare. E’ grande sforzo Bologna, ma e’ super difesa Vicenza. Jakovina marca ancora in lunetta e  si aggiudica la palma di Mvp della serata con 13 punti, 8 rimbalzi e 2 assist. Il resto lo fanno Pieropan (grinta da vendere)  e Tayara ( lavoro sporco), non mollano un centimetro. Roveri gioca il tutto per tutto con Cadoni ( 4 falli in fedina) che trova subito 4 punti di fila. La partita la chiude Pegoraro, tripla a 1’ dal termine che guadagna con interessi il diritto e l’orgoglio per Vicenza di giocarsi gara 3.
Leggi...
24/05/2017

Serie A2Velco Vicenza 51
Pegoraro 5 (1/5 da due, 1/3 da tre), Madonna 10 (2/4, 2/6), Caldaro ne, Diodati ne, Nicolodi 5 (1/5), Stoppa (0/3), Ferri 11 (3/7), Zanetti ne, Cappozzo, Pieropan 5 (1/1, 1/5), Jakovina 15 (6/10, 0/2)
All. Corno

Matteilplast Bologna 39
Franceschelli 5 (1/7, 0/3), D’alie 4 (2/6, 0/2), Tava 5 (2/5, 0/3), Mini 12 (5/7, 0/4), Meroni 2 (1/4), Cordisco, Tassinari 1 (0/5, 0/3), Dall’Aglio, Storer, Cadoni 10 (5/6),  Poletti ne, Nannucci.
All. Roveri

Arbitri: Belprato e Borrelli 

Spettatori 400


Vuole la rivincita, vuole la vittoria, vuole la bella (ed essere piu’ bella di gara1) “la Vicenza che sogna” un posto in paradiso. Bologna fa paura perche’ o la si batte stasera, o non potrai metterle pressione e riaprire la serie sabato prossimo al PalaCarisbo. Non potrai regalare nemmeno un compleannocome si deve al vecchio leone, patron Concato seduto come sempre al suo posto. Il Palagoldoni e’ carico di biancorosso e  la curva di ragazzi rubati dal Menti che si fanno sentire. 

Primo Quarto 18-10
Tripla di Madonna al primo shoot frontale, risponde D’Alie ma sul ferro. Bene Bologna in avvio che crea superiorita’ per Tava sotto canestro, fallo e libero a segno. Mini e’ un peperino e sguscia rapida imitata da Pegoraro, dopo 3’ e’ ancora parita’, 5-5. Poco dopo break Vicenza che potrebbe allungare ma Ferri sbaglia e D’alie rimedia. Al timeout e’ 12-7 Vicenza che riprende a difendere forte con Jakovina per Pieropan, mandando fuori giri Bologna per tre volte consecutive oltre i 24.
Si fa spavalda una Jakovina molto ispirata stasera e Ferri in rotazione manda Vicenza in fuga (16-9 ) a 1’ dal termine del primo quarto dove Madonna rientra sui legni e combina con un assist al bacio per altri due punti di Ferri dai liberi. Bologna molto imprecisa e meno autorevole della gara di andata riesce solo a limitare i danni sul 18-10

Secondo quarto 30-20
Chiede la reazione coach Roveri, lascia in quintetto Tassinari e aggiunge Meroni per dare fisicita’ Il blitz rossoblu non riesce e dopo un minuto e’ gia’ timeout. Dentro anche Nannucci e Mini ma le ragazze bolognesi non si trovano piu’ mentre le biancorosse scappano con una roccioso terzo tempo di Jakovina che danza sul ferro e infila il +11. Svuotata  e poco convinta laMatteiplast colleziona airball mentre Vicenza sciupa un 2vs1 con Ferri che poco dopo si fa perdonare con un canestro in allontanamento e poi irretisce Cadoni sotto le plance (sfondamento). 
Bologna raddoppia gli sforzi e accelera ma gli inserimenti individuali non ripagano. Corno chiama timeout infuriato per le chance lasciate alle rivali  in coast to coast frequenti. 
Ma con la tripla di Pieropan dall’angolo Vicenza corre via e il Palagoldoni e’ on fire 28-16, poi arrotondato al pur sempre rassicurante 30-20.

Terzo Quarto 38-27
Dopo una tripla di Madonna e un rimbalzone di Nicolodi, la palla comincia a scottare. Non fa meglio Bologna con doppio errore dall’arco di Tava, complicato dalla tenace difesa berica che costringe ancora a soluzioni forzate sulla sirena. Ma le emiliane non mollano, carica di falli Vicenza e guadagna punti preziosi in lunetta. La supremazia biancorossa pero’ continua 37-25 al massimo sforzo tenta la tripla definitiva con Stoppa, salita per dar fiato a Jakovina, non concede il possesso e organizza una difesa asfissiante. Madonna e’ come una calamita su Mini gia’ in doppia cifra (12 punti), la squadra chiude forte e riparte, gioca da dio eppure pecca sulla facile tabella. Si va al riposo in vantaggio si, il punteggio ‘braccino’ (8-7 totale) ma un tesoretto di +11 da amministrare

Quarto Quarto
Corno riparte da Ferri sotto le plance mentre Nicolodi recupera un po’. Momento delicato, cresce la paura di vincere e le  vicentine sembrano stanche, Bologna si porta anche a -7 con Franceschelli ( 40-33 a 6’18”). Corno richiama timeout e risparmia Nicolodi per il rush finale, c’e’ Jakovina.
Il Palagoldoni e’ una bolgia infernale, tifosi storici pescati in piedi e 400 cuori che aspettano con ansia. Retina in fiamme di Jakovina 44-33 a 4’50” da giocare. E’ grande sforzo Bologna, ma e’ super difesa Vicenza. Jakovina marca ancora in lunetta e  si aggiudica la palma di Mvp della serata con 13 punti, 8 rimbalzi e 2 assist. Il resto lo fanno Pieropan (grinta da vendere)  e Tayara ( lavoro sporco), non mollano un centimetro. Roveri gioca il tutto per tutto con Cadoni ( 4 falli in fedina) che trova subito 4 punti di fila. La partita la chiude Pegoraro, tripla a 1’ dal termine che guadagna con interessi il diritto e l’orgoglio per Vicenza di giocarsi gara 3.
Leggi...
23/05/2017

Serie A2

         L’USE SCOTTI ROSA ha messo il primo tassello per la stagione 2017-2018: Alessio Cioni è stato confermato capo allenatore della quadra di A2 e responsabile del settore giovanile.

         Continua così una collaborazione che si è dimostrata molto proficua negli anni non solo per quanto riguarda la squadra di A2, ma anche la crescita delle giocatrici dei gruppi giovanili sui quali l’USE SCOTTI ROSA vuole continuare ad investire.

“ Riteniamo – afferma Luca Sesoldi, direttore sportivo della squadra empolese – che Alessio sia la persona giusta per far crescere le nostre giovani giocatrici che dovranno poi andare ad alimentare i quadri della squadra di A2. I risultati conseguiti in questi ultimi anni lo dimostrano sia a livello di squadre che a livello individuali. Alcune nostre giocatrici sono entrate a far parte del giro delle nazionali di categoria, abbiamo raggiunto gli spareggi per l’interregionale con l’under 18 e gli interregionali con l’under 16. Anche con l’under 14 abbiamo ottenuto buoni risultati ed il minibasket femminile sta crescendo. Merito non solo di Alessio ma di tutto lo staff che ha lavorato con lui. Il settore giovanile crediamo sia fondamentale per la crescita del nostro movimento e per questo stiamo stringendo accordi di collaborazione con altre società toscane e se ce ne sarà l’occasione pensiamo di fare reclutamento anche al di fuori della nostra regione”.

Confermato il capo allenatore ora si inizierà a lavorare anche sulla squadra di A2 parlando con tutte le ragazze per capire le loro disponibilità ed i loro progetti di vita. Sicuramente nella rosa del prossimo anno saranno inserite anche altre ragazze del settore giovanile oltre a quelle che già ne hanno fatto parte.



Ufficio stampa Use Scotti Rosa

Leggi...
23/05/2017

Serie A2

         L’USE SCOTTI ROSA ha messo il primo tassello per la stagione 2017-2018: Alessio Cioni è stato confermato capo allenatore della quadra di A2 e responsabile del settore giovanile.

         Continua così una collaborazione che si è dimostrata molto proficua negli anni non solo per quanto riguarda la squadra di A2, ma anche la crescita delle giocatrici dei gruppi giovanili sui quali l’USE SCOTTI ROSA vuole continuare ad investire.

“ Riteniamo – afferma Luca Sesoldi, direttore sportivo della squadra empolese – che Alessio sia la persona giusta per far crescere le nostre giovani giocatrici che dovranno poi andare ad alimentare i quadri della squadra di A2. I risultati conseguiti in questi ultimi anni lo dimostrano sia a livello di squadre che a livello individuali. Alcune nostre giocatrici sono entrate a far parte del giro delle nazionali di categoria, abbiamo raggiunto gli spareggi per l’interregionale con l’under 18 e gli interregionali con l’under 16. Anche con l’under 14 abbiamo ottenuto buoni risultati ed il minibasket femminile sta crescendo. Merito non solo di Alessio ma di tutto lo staff che ha lavorato con lui. Il settore giovanile crediamo sia fondamentale per la crescita del nostro movimento e per questo stiamo stringendo accordi di collaborazione con altre società toscane e se ce ne sarà l’occasione pensiamo di fare reclutamento anche al di fuori della nostra regione”.

Confermato il capo allenatore ora si inizierà a lavorare anche sulla squadra di A2 parlando con tutte le ragazze per capire le loro disponibilità ed i loro progetti di vita. Sicuramente nella rosa del prossimo anno saranno inserite anche altre ragazze del settore giovanile oltre a quelle che già ne hanno fatto parte.



Ufficio stampa Use Scotti Rosa


Leggi...
23/05/2017

Serie A2
Terminata la stagione con la sconfitta in gara tre contro Bologna che sulla scia del successo ottenuto contro le azzurre di coach Visconti punta alla finalissima, in casa Basket Team Crema è già tempo di fare bilanci e di muovere i primi passi per programmare il futuro. Al presidente Paolo Manclossi lasciamo il compito di esprimere la propria opinione in merito. “Per prima cosa posso dire di essere soddisfatto pienamente e con me lo è tutta la dirigenza per quanto riguarda quello che è stato il risultato ottenuto dalla squadra. E in proposito non condivido del tutto certe considerazioni lette che, se oggettivamente possono fare cronaca, ma che non rappresentano e sono lontane da quello che sono state quelle fatte al nostro interno e che non danno il giusto risalto e i meriti della nostra squadra. Che alla luce di un campionato assolutamente non paragonabile a quello scorso e in un girone decisamente più competitivo si è confermata ancora tra le migliori in una prima fase mai così equilibrata negli ultimi anni e poi anche nei play off. Dopo la vittoria con Milano con Bologna abbiamo sfiorato quella che sarebbe stata una vera impresa. Senza Cerri e Conti abbiamo sfiorato la vittoria in gara uno, dato spettacolo in gara due e costretto alla “bella”, mi preme sottolinearlo, la primatista del proprio girone, finalista di Coppa Italia e probabilmente la squadra con l’organico più “lungo” e attrezzato per un finale di stagione dove si giocano tre gare in una settimana. Resto convinto che al completo il risultato finale sarebbe stato diverso e sono sicuro che di questa opinione lo siano anche le ragazze che hanno lottato con tutte le proprie forze fino all’ultimo minuto di gara tre. Volevamo essere protagonisti fino in fondo e il migliore riconoscimento è venuto dai nostri tifosi”. Alla luce di un bilancio che ci sembra di capire considerato positivamente in prospettiva futura ci può già dare qualche indicazione in merito? “Sicuramente ci saranno delle novità anche se per ogni decisione ci prenderemo tutto il tempo necessario. Quattro anni fa abbiamo iniziato un percorso che ci ha regalato grandi soddisfazioni e ci piacerebbe oltre che confermaci a certi livelli mettere davanti un nuovo obbiettivo. Nel frattempo ci siamo incontrati con coach Visconti con il quale l’abbiamo condiviso e riteniamo che sia giunto però il momento di verificare se ci sono ancora le condizioni e le motivazioni giuste per continuare insieme. Un momento di riflessione lo riteniamo doveroso per entrambe le parti. A questo punto le strade si potrebbero dividere anche se una soluzione diversa non la escluderei a priori. Intanto per chiudere il cerchio ci incontreremo a breve con tutte le ragazze per capire quali sono le loro intenzioni e quindi prenderemo le decisioni definitive sia per quanto riguarda la conduzione tecnica, l’allestimento della squadra e i nostri prossimi obbiettivi. I quali naturalmente non potranno prescindere però da quello che sarà il supporto indispensabile dei nostri sponsor che siamo fiduciosi ci sosterranno ancora. Allestire una squadra competitiva ed in grado di essere protagonista sarà un punto fermo senza però snaturare quelli che sono i principi che sono alla base della nostra realtà e che non possono prescindere da quella che è una particolare attenzione rivolta al nostro movimento di base”. 
Leggi...
23/05/2017

Serie A2Terminata la stagione con la sconfitta in gara tre contro Bologna che sulla scia del successo ottenuto contro le azzurre di coach Visconti punta alla finalissima, in casa Basket Team Crema è già tempo di fare bilanci e di muovere i primi passi per programmare il futuro. Al presidente Paolo Manclossi lasciamo il compito di esprimere la propria opinione in merito. “Per prima cosa posso dire di essere soddisfatto pienamente e con me lo è tutta la dirigenza per quanto riguarda quello che è stato il risultato ottenuto dalla squadra. E in proposito non condivido del tutto certe considerazioni lette che, se oggettivamente possono fare cronaca, ma che non rappresentano e sono lontane da quello che sono state quelle fatte al nostro interno e che non danno il giusto risalto e i meriti della nostra squadra. Che alla luce di un campionato assolutamente non paragonabile a quello scorso e in un girone decisamente più competitivo si è confermata ancora tra le migliori in una prima fase mai così equilibrata negli ultimi anni e poi anche nei play off. Dopo la vittoria con Milano con Bologna abbiamo sfiorato quella che sarebbe stata una vera impresa. Senza Cerri e Conti abbiamo sfiorato la vittoria in gara uno, dato spettacolo in gara due e costretto alla “bella”, mi preme sottolinearlo, la primatista del proprio girone, finalista di Coppa Italia e probabilmente la squadra con l’organico più “lungo” e attrezzato per un finale di stagione dove si giocano tre gare in una settimana. Resto convinto che al completo il risultato finale sarebbe stato diverso e sono sicuro che di questa opinione lo siano anche le ragazze che hanno lottato con tutte le proprie forze fino all’ultimo minuto di gara tre. Volevamo essere protagonisti fino in fondo e il migliore riconoscimento è venuto dai nostri tifosi”. Alla luce di un bilancio che ci sembra di capire considerato positivamente in prospettiva futura ci può già dare qualche indicazione in merito? “Sicuramente ci saranno delle novità anche se per ogni decisione ci prenderemo tutto il tempo necessario. Quattro anni fa abbiamo iniziato un percorso che ci ha regalato grandi soddisfazioni e ci piacerebbe oltre che confermaci a certi livelli mettere davanti un nuovo obbiettivo. Nel frattempo ci siamo incontrati con coach Visconti con il quale l’abbiamo condiviso e riteniamo che sia giunto però il momento di verificare se ci sono ancora le condizioni e le motivazioni giuste per continuare insieme. Un momento di riflessione lo riteniamo doveroso per entrambe le parti. A questo punto le strade si potrebbero dividere anche se una soluzione diversa non la escluderei a priori. Intanto per chiudere il cerchio ci incontreremo a breve con tutte le ragazze per capire quali sono le loro intenzioni e quindi prenderemo le decisioni definitive sia per quanto riguarda la conduzione tecnica, l’allestimento della squadra e i nostri prossimi obbiettivi. I quali naturalmente non potranno prescindere però da quello che sarà il supporto indispensabile dei nostri sponsor che siamo fiduciosi ci sosterranno ancora. Allestire una squadra competitiva ed in grado di essere protagonista sarà un punto fermo senza però snaturare quelli che sono i principi che sono alla base della nostra realtà e che non possono prescindere da quella che è una particolare attenzione rivolta al nostro movimento di base”. 
Leggi...
22/05/2017

Serie A2
La stagione sportiva è appena conclusa, ma è già tempo di mettersi al lavoro per preparare al meglio la prossima.
In questo senso arriva l’annuncio della conferma di Massimo Romano come allenatore della prima squadra e responsabile del settore tecnico per l’anno sportivo 2017/2018.
La riconferma di coach Romano, che a settembre inizierà la sua quinta stagione consecutiva sulla Rupe, è apparsa poco più di una formalità, visti il suo coinvolgimento nelle scelte societarie e la piena condivisione dei progetti di Academy e degli stage.
Per lo sviluppo sportivo e umano di una giocatrice la continuità delle figure di riferimento costituisce uno dei fattori più importanti e per questo Azzurra non ha avuto dubbi nel confermare coach Romano, un professionista e un uomo di grande valore che è quasi un lusso per la serie A2.
Romano è un allenatore esperto e abituato a lavorare con le giovani, come dimostra la sua presenza come assistente allenatore della nazionale femminile under 20, con cui lo scorso anno ha vinto l’argento europeo in Portogallo.
Dal piccolo accenno al curriculum si comprende tutta l’importanza di questa riconferma, coerente con il nuovo corso dell’Academy volto alla crescita di giovani talenti di formazione Azzurra.
“Sono molto contento – afferma coach Romano – di continuare a lavorare con questa Società. È il quinto anno e la continuità di lavoro e la condivisione dei progetti sono stati motivi fondamentali per il proseguimento.
È stato un anno al di sopra delle nostre aspettative sia per la serie A2 che per le giovanili ma non ci accontentiamo e vogliamo migliorarci, sempre lavorando sul nostro obiettivo principale: investire sulle giovani creando un mix anche con atlete senior.
Vogliamo far crescere tutte al meglio.”
A Massimo vanno i migliori auguri per un prosieguo di collaborazione ancora più felice e soddisfacente di prima.
Leggi...
22/05/2017

Serie A2La stagione sportiva è appena conclusa, ma è già tempo di mettersi al lavoro per preparare al meglio la prossima.
In questo senso arriva l’annuncio della conferma di Massimo Romano come allenatore della prima squadra e responsabile del settore tecnico per l’anno sportivo 2017/2018.
La riconferma di coach Romano, che a settembre inizierà la sua quinta stagione consecutiva sulla Rupe, è apparsa poco più di una formalità, visti il suo coinvolgimento nelle scelte societarie e la piena condivisione dei progetti di Academy e degli stage.
Per lo sviluppo sportivo e umano di una giocatrice la continuità delle figure di riferimento costituisce uno dei fattori più importanti e per questo Azzurra non ha avuto dubbi nel confermare coach Romano, un professionista e un uomo di grande valore che è quasi un lusso per la serie A2.
Romano è un allenatore esperto e abituato a lavorare con le giovani, come dimostra la sua presenza come assistente allenatore della nazionale femminile under 20, con cui lo scorso anno ha vinto l’argento europeo in Portogallo.
Dal piccolo accenno al curriculum si comprende tutta l’importanza di questa riconferma, coerente con il nuovo corso dell’Academy volto alla crescita di giovani talenti di formazione Azzurra.
“Sono molto contento – afferma coach Romano – di continuare a lavorare con questa Società. È il quinto anno e la continuità di lavoro e la condivisione dei progetti sono stati motivi fondamentali per il proseguimento.
È stato un anno al di sopra delle nostre aspettative sia per la serie A2 che per le giovanili ma non ci accontentiamo e vogliamo migliorarci, sempre lavorando sul nostro obiettivo principale: investire sulle giovani creando un mix anche con atlete senior.
Vogliamo far crescere tutte al meglio.”
A Massimo vanno i migliori auguri per un prosieguo di collaborazione ancora più felice e soddisfacente di prima.
Leggi...
21/05/2017

Serie A2

A2 Femminile - Play Off 1
Finale
Gara 1


RISULTATO:
 
Domenica 21/05/2017
Geas Sesto San Giovanni-B.Ethic Ferrara 70-54 [1-0]


Geas Sesto San Giovanni - B.Ethic Ferrara 70 - 54 (29-12, 42-35, 58-46)
GEAS SESTO SAN GIOVANNI: Schieppati V. 8 , Arturi G. 12 , Oliva L. NE , Galbiati V. 9 , Decortes L. NE , Gambarini F. 8 , Panzera I. NE , Barberis B. 13 , Grassia V. , Ercoli E. 20 , Pusca I. , All. Zanotti Cinzia
B.ETHIC FERRARA: Cigic I. 8 , Cecconi J. NE , Bona S. NE , Cupido R. 6 , Diene N. 8 , Miccio L. 5 , Santarelli F. 6 , Missanelli L. 2 , Viviani M. NE , Ramo' E. 15 , Furlani V. 4 , All. Chimenti Jonata
ARBITRI:Federica Servillo, Andrea Vigato,
NOTE:  Geas Sesto San Giovanni tiri liberi 4/6 (66,7%), B.Ethic Ferrara tiri liberi 13/15 (86,7%).
 

---------------------------------


A2 Femminile Play Off 2
Finale
Gara 1


RISULTATO:
 
Sabato 20/05/2017
Matteiplast Bologna-Velco Vicenza 68-52 [1-0]


Matteiplast Bologna - Velco Vicenza 68 - 52 (11-4, 28-18, 52-34)
MATTEIPLAST BOLOGNA: Franceschelli F. 11 , D'alie R. 4 , Cordisco S. , Tassinari E. 9 , Dall'Aglio M. 3 , Storer L. NE , Tava A. 9 , Mini C. 7 , Meroni M. 4 , Cadoni C. 12 , Poletti B. NE , Nannucci F. 9 , All. Roveri Luca
VELCO VICENZA: Diodati V. , Pegoraro M. 4 , Madonna T. 3 , Caldaro E. , Stoppa V. 4 , Jakovina T. 10 , Nicolodi G. 15 , Ferri L. 4 , Zanetti E. NE , Cappozzo A. NE , Pieropan I. 12 , All. Corno Aldo
ARBITRI:Rebecca Di Marco, Andrea Bernassola,
NOTE:  Matteiplast Bologna tiri liberi 12/14 (85,7%), Velco Vicenza tiri liberi 19/22 (86,4%).

 

Area Comunicazione LBF

Leggi...
21/05/2017

Serie A2

A2 Femminile - Play Off 1
Finale
Gara 1


RISULTATO:
 
Domenica 21/05/2017
Geas Sesto San Giovanni-B.Ethic Ferrara 70-54 [1-0]


Geas Sesto San Giovanni - B.Ethic Ferrara 70 - 54 (29-12, 42-35, 58-46)
GEAS SESTO SAN GIOVANNI: Schieppati V. 8 , Arturi G. 12 , Oliva L. NE , Galbiati V. 9 , Decortes L. NE , Gambarini F. 8 , Panzera I. NE , Barberis B. 13 , Grassia V. , Ercoli E. 20 , Pusca I. , All. Zanotti Cinzia
B.ETHIC FERRARA: Cigic I. 8 , Cecconi J. NE , Bona S. NE , Cupido R. 6 , Diene N. 8 , Miccio L. 5 , Santarelli F. 6 , Missanelli L. 2 , Viviani M. NE , Ramo' E. 15 , Furlani V. 4 , All. Chimenti Jonata
ARBITRI:Federica Servillo, Andrea Vigato,
NOTE:  Geas Sesto San Giovanni tiri liberi 4/6 (66,7%), B.Ethic Ferrara tiri liberi 13/15 (86,7%).
 

---------------------------------


A2 Femminile Play Off 2
Finale
Gara 1


RISULTATO:
 
Sabato 20/05/2017
Matteiplast Bologna-Velco Vicenza 68-52 [1-0]


Matteiplast Bologna - Velco Vicenza 68 - 52 (11-4, 28-18, 52-34)
MATTEIPLAST BOLOGNA: Franceschelli F. 11 , D'alie R. 4 , Cordisco S. , Tassinari E. 9 , Dall'Aglio M. 3 , Storer L. NE , Tava A. 9 , Mini C. 7 , Meroni M. 4 , Cadoni C. 12 , Poletti B. NE , Nannucci F. 9 , All. Roveri Luca
VELCO VICENZA: Diodati V. , Pegoraro M. 4 , Madonna T. 3 , Caldaro E. , Stoppa V. 4 , Jakovina T. 10 , Nicolodi G. 15 , Ferri L. 4 , Zanetti E. NE , Cappozzo A. NE , Pieropan I. 12 , All. Corno Aldo
ARBITRI:Rebecca Di Marco, Andrea Bernassola,
NOTE:  Matteiplast Bologna tiri liberi 12/14 (85,7%), Velco Vicenza tiri liberi 19/22 (86,4%).

 

Area Comunicazione LBF


Leggi...
21/05/2017

Serie A2
Un bel successo alla Festa di chiusura della stagione Castel e grande affluenza di atleti, atlete e genitori
Si è conclusa un’altra stagione Castel, questa volta con una grande festa, Sabato 20 Maggio, durata oltre 12 ore, al PalaPessano, dalle 10 del mattino a quasi mezzanotte, dove tutte le squadre targate Castel Carugate-Pessano hanno giocato, si sono esibite, ed hanno brindato insieme a questa lunga annata, durata oltre 250 incontri di campionati vari, dai piccoli Scoiattoli fino alla A2 femminile e 1° Divisione maschile. Presente il main sponsor Castel per un saluto, così come il Sindaco di Pessano Alberto Villa e l’Assessore allo Sport Federico Ornaghi. Donata al Sindaco l’ultima maglia indossata dalla capitana Susanna Stabile, nel giorno del suo addio alle competizioni, opportunamente autografata, che presto sarà esposta nell’ufficio del Sindaco, insieme ad altri trofei Castel già presenti, tra cui la targa ricordo della storica promozione in A2. La festa si è sviluppata anche all’esterno del Palazzetto, con un servizio ristoro, un canestrino per i più piccoli, uno stand per pubblicizzare “Slums Dunk onlus” del noto giocatore EA7 Bruno Cerella. Alcune centinaia di persone si sono alternate dalla mattina, dove hanno iniziato le Gazzelle di 8 anni ad esibirsi ed è proseguita fino a tarda serata con un incontro misto maschile senior con i nostri Under 16. Nell’occasione è stato premiato Antonio Bollino, come “Dirigente dell’anno” per la stagione 2016/17. Antonio, dirigente multitasking, si occupa del trasporto atlete, della manutenzione del palazzetto e di mille altre piccole faccende. Nel frattempo però abbiamo ancora le Under 18 e le Under 13 in lizza per la FinalFour regionale. L’attività di allenamenti e partite, si concluderà per tutti, Venerdì 8 Giugno, dunque un arrivederci a tutti e tutte, per fine Agosto quando riprenderanno gli allenamenti di tutti i gruppi. Un ringraziamento particolare allo staff di Monica Broccoli, ai genitori che hanno dato un grande aiuto per la riuscita della festa.

Addetto Stampa Castel Carugate
Leggi...
21/05/2017

Serie A2Un bel successo alla Festa di chiusura della stagione Castel e grande affluenza di atleti, atlete e genitori
Si è conclusa un’altra stagione Castel, questa volta con una grande festa, Sabato 20 Maggio, durata oltre 12 ore, al PalaPessano, dalle 10 del mattino a quasi mezzanotte, dove tutte le squadre targate Castel Carugate-Pessano hanno giocato, si sono esibite, ed hanno brindato insieme a questa lunga annata, durata oltre 250 incontri di campionati vari, dai piccoli Scoiattoli fino alla A2 femminile e 1° Divisione maschile. Presente il main sponsor Castel per un saluto, così come il Sindaco di Pessano Alberto Villa e l’Assessore allo Sport Federico Ornaghi. Donata al Sindaco l’ultima maglia indossata dalla capitana Susanna Stabile, nel giorno del suo addio alle competizioni, opportunamente autografata, che presto sarà esposta nell’ufficio del Sindaco, insieme ad altri trofei Castel già presenti, tra cui la targa ricordo della storica promozione in A2. La festa si è sviluppata anche all’esterno del Palazzetto, con un servizio ristoro, un canestrino per i più piccoli, uno stand per pubblicizzare “Slums Dunk onlus” del noto giocatore EA7 Bruno Cerella. Alcune centinaia di persone si sono alternate dalla mattina, dove hanno iniziato le Gazzelle di 8 anni ad esibirsi ed è proseguita fino a tarda serata con un incontro misto maschile senior con i nostri Under 16. Nell’occasione è stato premiato Antonio Bollino, come “Dirigente dell’anno” per la stagione 2016/17. Antonio, dirigente multitasking, si occupa del trasporto atlete, della manutenzione del palazzetto e di mille altre piccole faccende. Nel frattempo però abbiamo ancora le Under 18 e le Under 13 in lizza per la FinalFour regionale. L’attività di allenamenti e partite, si concluderà per tutti, Venerdì 8 Giugno, dunque un arrivederci a tutti e tutte, per fine Agosto quando riprenderanno gli allenamenti di tutti i gruppi. Un ringraziamento particolare allo staff di Monica Broccoli, ai genitori che hanno dato un grande aiuto per la riuscita della festa.

Addetto Stampa Castel Carugate
Leggi...