select


10/03/2017

Eurolega
Di gara 1 c’è poco da aggiungere sul piano della cronaca ma qualcosa si può e si deve dire su come le scledensi hanno approcciato una gara difficilissima: con grande carattere e senza mollare mai anche se prive di giocatrici importanti e con qualche serio acciacco per qualche giocatrice (vedi Miyem) e un lunghissimo viaggio sulle spalle per tutte. A sostenerle, nonostante il passivo piuttosto pesante, i tifosi che sul web hanno voluto esprimere il loro sentimento di orgoglio e di appartenenza al sodalizio del presidente Cestaro.
“Ho riguardato la partita a freddo – dice coach Procaccini – e devo dire che mi ha lasciato sensazioni positive. Ho visto delle cose buone che mi fanno pensare che abbiamo intrapreso un giusto percorso. Sono trascorsi 20 giorni dal mio arrivo e abbiamo passato, e stiamo passando, anche qualche guaio di natura fisica. Ma, ripeto, provo positività anche se la squadra che abbiamo davanti non è uno scoglio ma piuttosto una montagna”.
Comunque vada, il popolo del PalaRomare (che si annuncia da sold out) si aspetta da Masciadri e compagne un approccio alla partita analogo a quello visto a Eka. “Cambieremo qualcosa – annuncia l’allenatore pesarese – ma chiederò la stessa determinazione vista in gara 1. Nel terzo quarto le ragazze hanno provato a imporre il ritmo, poi loro sono tornate ma mi è piaciuto vederle lottare sempre fino alla fine. Vedo anche dei segnali di crescita nell’intesa e nelle cose che sto gradualmente inserendo”.
Palla a due alle 20.30, diretta su Sportitalia (ch 60 DDT e 225 Sky). In occasione di questo importante match la biglietteria aprirà alle 18.30.
Leggi...
10/03/2017

EurolegaDi gara 1 c’è poco da aggiungere sul piano della cronaca ma qualcosa si può e si deve dire su come le scledensi hanno approcciato una gara difficilissima: con grande carattere e senza mollare mai anche se prive di giocatrici importanti e con qualche serio acciacco per qualche giocatrice (vedi Miyem) e un lunghissimo viaggio sulle spalle per tutte. A sostenerle, nonostante il passivo piuttosto pesante, i tifosi che sul web hanno voluto esprimere il loro sentimento di orgoglio e di appartenenza al sodalizio del presidente Cestaro.
“Ho riguardato la partita a freddo – dice coach Procaccini – e devo dire che mi ha lasciato sensazioni positive. Ho visto delle cose buone che mi fanno pensare che abbiamo intrapreso un giusto percorso. Sono trascorsi 20 giorni dal mio arrivo e abbiamo passato, e stiamo passando, anche qualche guaio di natura fisica. Ma, ripeto, provo positività anche se la squadra che abbiamo davanti non è uno scoglio ma piuttosto una montagna”.
Comunque vada, il popolo del PalaRomare (che si annuncia da sold out) si aspetta da Masciadri e compagne un approccio alla partita analogo a quello visto a Eka. “Cambieremo qualcosa – annuncia l’allenatore pesarese – ma chiederò la stessa determinazione vista in gara 1. Nel terzo quarto le ragazze hanno provato a imporre il ritmo, poi loro sono tornate ma mi è piaciuto vederle lottare sempre fino alla fine. Vedo anche dei segnali di crescita nell’intesa e nelle cose che sto gradualmente inserendo”.
Palla a due alle 20.30, diretta su Sportitalia (ch 60 DDT e 225 Sky). In occasione di questo importante match la biglietteria aprirà alle 18.30.
Leggi...
07/03/2017

Eurolega
Playoff Eurolega: ormai acclarato che il Beretta Famila Schio rientra tra le prime 8 squadre d’Europa, adesso le orange sono chiamate a quella che può essere davvero un’Impresa. L’Impresa.

Il confronto con Ekaterinburg è suggestivo: le campionesse d’Europa contro le pluricampionesse d’Italia, la multinazionale del basket mondiale contro la formazione che riempie le fila della Nazionale Italiana e che coltiva i talenti azzurri portandoli, unico caso nel basket di casa nostra, nella più ambita e competitiva dimensione europea.
Come arriva il Beretta Famila Schio? “La situazione non è semplice – dice coach Procaccini – la condizioni di Miyem è nota e anche Anderson soffre di qualche problema. Dobbiamo valutare bene le modalità dell’impiego di Jolene e da qui il tipo di partita che vogliamo impostare”.
Dita incrociate, allora, per avere la statunitense in versione “Coppa Italia” e in generale uno stato fisico generale all’altezza della sfida che attende le scledensi.
L’UMMC, campione d’Europa in carica, ha un roster da Dream Team: Griner, Taurasi, Torrens, Sancho Little, Nolan (naturalizzata russa) in aggiunta ai talenti locali come Vieru e Arteshina. Come si imposta una partita con un team di questo calibro? “Partiamo dalla difesa – commenta il coach orange – che dovrà essere solida provando a contrastare il loro pick&roll e arginando le transizioni veloci. Noi manteniamo la nostra identità con qualche accorgimento e contrasteremo le loro soluzioni che, con quella squadra, sono davvero molteplici”.
Prevista la diretta su Sportitalia dalle 15 ora italiana o, in streaming, su livebasketball.tv.
Leggi...
07/03/2017

EurolegaPlayoff Eurolega: ormai acclarato che il Beretta Famila Schio rientra tra le prime 8 squadre d’Europa, adesso le orange sono chiamate a quella che può essere davvero un’Impresa. L’Impresa.

Il confronto con Ekaterinburg è suggestivo: le campionesse d’Europa contro le pluricampionesse d’Italia, la multinazionale del basket mondiale contro la formazione che riempie le fila della Nazionale Italiana e che coltiva i talenti azzurri portandoli, unico caso nel basket di casa nostra, nella più ambita e competitiva dimensione europea.
Come arriva il Beretta Famila Schio? “La situazione non è semplice – dice coach Procaccini – la condizioni di Miyem è nota e anche Anderson soffre di qualche problema. Dobbiamo valutare bene le modalità dell’impiego di Jolene e da qui il tipo di partita che vogliamo impostare”.
Dita incrociate, allora, per avere la statunitense in versione “Coppa Italia” e in generale uno stato fisico generale all’altezza della sfida che attende le scledensi.
L’UMMC, campione d’Europa in carica, ha un roster da Dream Team: Griner, Taurasi, Torrens, Sancho Little, Nolan (naturalizzata russa) in aggiunta ai talenti locali come Vieru e Arteshina. Come si imposta una partita con un team di questo calibro? “Partiamo dalla difesa – commenta il coach orange – che dovrà essere solida provando a contrastare il loro pick&roll e arginando le transizioni veloci. Noi manteniamo la nostra identità con qualche accorgimento e contrasteremo le loro soluzioni che, con quella squadra, sono davvero molteplici”.
Prevista la diretta su Sportitalia dalle 15 ora italiana o, in streaming, su livebasketball.tv.
Leggi...
23/02/2017

Eurolega
Un Beretta Famila Schio grande…così, batte (71-63) lo ZVVZ USK Praga e conquista l’accesso ai quarti di finale consolidando la posizione tra i top team d’Europa. Ora sul cammino delle orange c’è l’altra corazzata dell’Eurolega, Ekaterinburg che affronterà in Russia il 7 Marzo mentre il 10 è prevista gara 2 al PalaRomare.

Quella delle scledensi è stata una partita in crescendo non solo di gioco e convinzione ma anche di volontà; le orange di coach Procaccini, infatti, hanno reagito ad un Praga che fin dal primo quarto ha provato ad allungare (4-12 dopo 4′) con la solita Petrovic in evidenza. Le orange, però, non hanno mai dato la sensazione di lasciare l’inerzia alle ceche e anzi hanno continuato a rispondere colpo su colpo pur non riuscendo a impattare la partita nemmeno nel secondo quarto (27-33 al 20′).

L’aggancio, che era nell’aria, arriva dopo 3′ dal rientro dalla pausa lunga: dopo Zandalasini e Miyem, sono Macchi e Martinez a cambiare il passo del Beretta Famila Schio e a trovare il primo vantaggio (38-35). La partita cambia verso: ora sono le praghesi a dover inseguire le scledensi che migliorano sensibilmente le percentuali di tiro anche per effetto di una difesa più solida che riesce a impostare attacchi più efficaci.
L’ultimo quarto è thriller: testa a testa fino al break firmato dalla premiata ditta Macchi-Martinez (65-57) mentre l’asse Petrovic-Palau non ha più i colpi per fermare il tripudio orange.
BERETTA FAMILA SCHIO – ZVVZ USK PRAHA 71-63 (12-18/27-33/45-43)
Beretta Famila Schio: Martinez 8, Bestagno 2, Gatti n.e., Miyem 20, Tagliamento n.e., Anderson 14, Masciadri, Zandalasini 11, Sottana 2, Ress, Macchi 14.
Zvvz Usk Praha: Vaughn 18, Dupree 6, Petrovic 17, Elhotova, Hanusova 2, Burgova 4, Palau 4, Xargay 10, Vyoralova 2, Sipova n.e., Vorackova n.e., Steinberga.
Leggi...
23/02/2017

EurolegaUn Beretta Famila Schio grande…così, batte (71-63) lo ZVVZ USK Praga e conquista l’accesso ai quarti di finale consolidando la posizione tra i top team d’Europa. Ora sul cammino delle orange c’è l’altra corazzata dell’Eurolega, Ekaterinburg che affronterà in Russia il 7 Marzo mentre il 10 è prevista gara 2 al PalaRomare.

Quella delle scledensi è stata una partita in crescendo non solo di gioco e convinzione ma anche di volontà; le orange di coach Procaccini, infatti, hanno reagito ad un Praga che fin dal primo quarto ha provato ad allungare (4-12 dopo 4′) con la solita Petrovic in evidenza. Le orange, però, non hanno mai dato la sensazione di lasciare l’inerzia alle ceche e anzi hanno continuato a rispondere colpo su colpo pur non riuscendo a impattare la partita nemmeno nel secondo quarto (27-33 al 20′).

L’aggancio, che era nell’aria, arriva dopo 3′ dal rientro dalla pausa lunga: dopo Zandalasini e Miyem, sono Macchi e Martinez a cambiare il passo del Beretta Famila Schio e a trovare il primo vantaggio (38-35). La partita cambia verso: ora sono le praghesi a dover inseguire le scledensi che migliorano sensibilmente le percentuali di tiro anche per effetto di una difesa più solida che riesce a impostare attacchi più efficaci.
L’ultimo quarto è thriller: testa a testa fino al break firmato dalla premiata ditta Macchi-Martinez (65-57) mentre l’asse Petrovic-Palau non ha più i colpi per fermare il tripudio orange.
BERETTA FAMILA SCHIO – ZVVZ USK PRAHA 71-63 (12-18/27-33/45-43)
Beretta Famila Schio: Martinez 8, Bestagno 2, Gatti n.e., Miyem 20, Tagliamento n.e., Anderson 14, Masciadri, Zandalasini 11, Sottana 2, Ress, Macchi 14.
Zvvz Usk Praha: Vaughn 18, Dupree 6, Petrovic 17, Elhotova, Hanusova 2, Burgova 4, Palau 4, Xargay 10, Vyoralova 2, Sipova n.e., Vorackova n.e., Steinberga.
Leggi...
21/02/2017

Eurolega
Non ha esattamente il destino nelle proprie mani il Beretta Famila Schio: certo è che contro Praga domani alle 20, le orange dovranno dare un motivo in più al fato per aiutarle. In palio la qualificazione ai playoff di Eurolega: vincere potrebbe non bastare, visto che Montpellier (avanti di 1 punto in classifica) gioca in trasferta a Cracovia e quindi bisognerà vedere cosa succede in Polonia per capire se l'ultima formazione italiana impegnata in Europa continuerà in ELW o approderà in Eurocup. 

Nel frattempo la squadra ha lavorato sia dal punto di vista fisico (con il preparatore Ennio Sabbadin) che tecnico-tattico agli ordini di coach Procaccini. La vittoria su Napoli è stata un buon viatico per arrivare con maggiore serenità alla sfida contro le ceche. Ma Praga non è Napoli: "La forza di Praga è cosa nota - spiega il tecnico pesarese - un gruppo composto da giocatrici di alto profilo in un team consolidato che si conosce bene. Noi però siamo qua per provarci fino alla fine mettendocela tutta. Ripartiamo dalla buona prestazione di domenica con le ragazze che hanno avuto un buon approccio soprattutto in difesa; situazione, questa, che ci ha permesso di ripartire con canestri facili. Ora è necessario tenere alta la concentrazione per essere incisivi".
Nove vittorie, quattro sconfitte (due a testa contro Kursk e Fener) per lo ZVVZ USK Praga; squadra forte e completa ma che Schio ha quasi messo in ginocchio nella partita di andata (74-73) dimostrando, una volta di più che, quando le orange serrano i ranghi e giocano compatte, possono competere alla pari in tutta Europa. "Avere un'identità difensiva importante - dice coach Procaccini - aiuta molto maggiormente nelle situazioni di transizioni veloci. Ovvio che in Europa diventa molto più difficile ma stiamo lavorando per consolidare la nostra identità di gioco e imporla quando siamo in campo". 
Palla a due alle 20, diretta straming su familabasket.it 
Intervista video a coach Procaccini al link: https://we.tl/tvJL0vIdUG
Leggi...
21/02/2017

EurolegaNon ha esattamente il destino nelle proprie mani il Beretta Famila Schio: certo è che contro Praga domani alle 20, le orange dovranno dare un motivo in più al fato per aiutarle. In palio la qualificazione ai playoff di Eurolega: vincere potrebbe non bastare, visto che Montpellier (avanti di 1 punto in classifica) gioca in trasferta a Cracovia e quindi bisognerà vedere cosa succede in Polonia per capire se l'ultima formazione italiana impegnata in Europa continuerà in ELW o approderà in Eurocup. 

Nel frattempo la squadra ha lavorato sia dal punto di vista fisico (con il preparatore Ennio Sabbadin) che tecnico-tattico agli ordini di coach Procaccini. La vittoria su Napoli è stata un buon viatico per arrivare con maggiore serenità alla sfida contro le ceche. Ma Praga non è Napoli: "La forza di Praga è cosa nota - spiega il tecnico pesarese - un gruppo composto da giocatrici di alto profilo in un team consolidato che si conosce bene. Noi però siamo qua per provarci fino alla fine mettendocela tutta. Ripartiamo dalla buona prestazione di domenica con le ragazze che hanno avuto un buon approccio soprattutto in difesa; situazione, questa, che ci ha permesso di ripartire con canestri facili. Ora è necessario tenere alta la concentrazione per essere incisivi".
Nove vittorie, quattro sconfitte (due a testa contro Kursk e Fener) per lo ZVVZ USK Praga; squadra forte e completa ma che Schio ha quasi messo in ginocchio nella partita di andata (74-73) dimostrando, una volta di più che, quando le orange serrano i ranghi e giocano compatte, possono competere alla pari in tutta Europa. "Avere un'identità difensiva importante - dice coach Procaccini - aiuta molto maggiormente nelle situazioni di transizioni veloci. Ovvio che in Europa diventa molto più difficile ma stiamo lavorando per consolidare la nostra identità di gioco e imporla quando siamo in campo". 
Palla a due alle 20, diretta straming su familabasket.it 
Intervista video a coach Procaccini al link: https://we.tl/tvJL0vIdUG
Leggi...
123