11 febbraio 2019
Tweet
Share on Facebook

Nella diciassettesima giornata della Sorbino Cup A1 Venezia, Ragusa e Broni consolidano le loro posizioni, passi avanti per Geas ed Empoli.
Per l'Umana Reyer Venezia vittoria 73-81 sul campo della Meccanica Nova Vigarano che consente alla squadra di Liberalotto di mantenere il +2 su Schio (al turno di riposo). Per la squadra di Liberalotto partita in controllo sin dalle prime battute con una sontuosa Steinberga da 26 punti, 16 rimbalzi e 6 assist. Rimandato l’esordio di Sanders, 7 punti l’altra “nuova” in fase d’inserimento ovvero Macchi. A Vigarano non bastano 30 di Fitzgerald: notizia positiva, per la linea “giovane” della società, è l’esordio nella battute finali (14”) per un’altra giovanissima 2002, l’esterna Alice Campanini.
La Passalacqua Ragusa che mantiene saldo il terzo posto in classifica, vincendo 69-64 contro il Fila San Martino di Lupari: una partita prima controllata dalle iblee, poi complicata dal ritorno di San Martino sino al 60 pari siglato da Webb a 5’ dalla fine. Sollevato coach Recupido a fine gara: «Loro riescono sempre a mettere granelli nei nostri ingranaggi abbastanza fastidiosi, devo dire che siamo stati molto bravi negli ultimi 5 minuti a non perdere la calma e a fare le giocate giuste».
Prestazione importante anche per l'Elcos Broni che rimane al quarto posto, allungando a +4 su San Martino e dando un colpo decisivo per la classifica: 80-54 sull’Iren Fixi Torino, che complice la vittoria di Empoli ora è sola all’ultimo posto in classifica. Lawrence e Reimer combinano per 29 punti, ma non bastano contro i 16 di Spreafico e la solità del trio Wojta-Milic-Premasunac: vicina alla tripla doppia Wojta tra l’altro, con 11 punti, 11 assist e 9 rimbalzi. Primo punto in A1 per la 2003 Anna Capra, un tiro libero realizzato.
Passo avanti per l’Allianz Geas Sesto San Giovanni, che batte 75-66 la Gesam Gas&Luce Lucca accorciando in classifica sul -2 sul duo formato dalle toscane e Vigarano. Prova di collettivo per le lombarde che mandano in doppia cifra quattro giocatrici, coach Zanotti è soddisfatta: « La partita con Lucca, che ha tre lunghe che prediligono il gioco sotto canestro, era difficile da preparare: le ragazze hanno risposto bene, seguendo le direttive e prestando molta attenzione».
Successo importante, il primo in trasferta, per l’Use Scotti Empoli che espugna il campo della Treofan Battipaglia 63-71 all’overtime: le toscane rimontano da -10 e la spuntano al prolungamento, 15 per Narviciute, 13 per Mathias. Coach Cioni analizza così il match: «Partita che ci aspettava nervosa perché ci si giocava tanto. Siamo stati bravi a non disunirci dopo un brutto terzo quarto e recuperare dieci punti nell’ultimo periodo, poi nel finale ne avevamo di più: vittoria che giudico meritata».

Area Comunicazione LBF

PARTNER