Sesta giornata di A1 nel segno di Ragusa, ottima vittoria nel big match su Venezia, che ora è seconda col duo Schio-San Martino. In coda vittoria pesante per Costa Masnaga, salgono in classifica Broni, Lucca e Vigarano.

La prima pagina è sicuramente tutta per la Passalacqua Ragusa, capolista imbattuta del campionato dopo sei giornate: contro l’Umana Reyer Venezia è 83-60. Devastanti i 34 di Hamby e il 24+10 dell’ex Walker, a tener banco e preoccupare Recupido le condizioni di un’altra ex, Kacerik, infortunata durante il match: «Mi dispiace tantissimo per l'infortunio di Martina perché stava giocando bene ed aveva trovato un ambiente ideale per esprimersi, vedremo quale sarà l'entità». Chiara Consolini, sulla partita e sull’infortunio di Kacerik: «Era una vittoria che volevamo, abbiamo messo in campo una forza e una coesione incredibile. Mi dispiace per Martina, spero non abbia niente di grave perché per noi e fondamentale. Ora c’è la sosta, dobbiamo continuare così anche dopo la pausa»

Molto bene il Fila San Martino di Lupari che vince per 52-83: partita di gran concretezza per la formazione veneta che tira 13/31 da dietro l’arco, vince 42-26 il confronto a rimbalzo e soprattutto limita le toscane a un penalizzante 19/51 dal campo. Nella vittoria di San Martino, oltre alle solite straniere, benissimo anche le veterane Filippi (19) e Tonello (12), che combinano per nove delle tredici triple della formazione di Abignente. Empoli si lecca le ferite, l’aspetto positivo gli 11 punti dalla panchina di Ramò.

Il Famila Wuber Schio prosegue la sua marcia con una vittoria 63-47 sulla O.ME.P.S. Givova Battipaglia, priva della pivot Jarosz. Le Orange hanno 14 punti da DeShields e 13 da Gruda, rispondendo ai 15 dell’ex Tagliamento e alla solita prova da 20 punti di Houser. Jasmine Keys, partita in quintetto, parla così a fine match: «Sapevamo che sarebbe stata una partita difficile perché generalmente soffriamo contro questo tipo di difese: la loro difesa a zona ha limitato il nostro gioco interno, e le conclusioni da tre sono state più forzate. Abbiamo anche sentito gli sforzi dell’Eurolega, eravamo un po’ scariche e si è visto».

Vittoria molto significativa per la Gesam Gas E Luce Lucca che batte 67-65 l’Allianz Geas Sesto San Giovanni grazie a due tiri liberi di Jeffery nel finale. La USA ne fa 17, 14 per Jakubcova; per il Geas 15 di Williams. Coach Francesco Iurlaro commenta così la prova delle toscane: «Male i primi due quarti, dove abbiamo perso un sacco di palloni e, stranamente, abbiamo concesso alle avversarie molti rimbalzi offensivi, cosa che non ci capita quasi mai. Poi, nel terzo periodo, abbiamo sistemato un po' la difesa sul loro pick&roll che ci aveva dato molto fastidio, ci siamo adeguati e abbiamo messo più energia».

Va alla sosta con una vittoria anche la Della Fiore Broni che supera 78-73 l’Iren Fixi Torino: la squadra di Fontana sta avanti nel match guidata da Nared  grazie all’ispirata Nared (23) e Ngo Ndjock (19+13), resistendo anche al rientro piemontese guidato da Milazzo (22). 5-0 per Anna Togliani nel “derby tra gemelle” con l’avversaria Giulia. Le parole di coach Fontana dopo la vittoria: « Bene i due punti per il morale, soprattutto prima di una pausa per la nazionale, sosta che ci porterà a lavorare sul dettaglio. Sarà un'occasione per inserire al meglio chi è ancora indietro con la preparazione e lavorare sui blackout che hanno le ragazze».

Vince bene, grazie a un gran finale, Vigarano che supera Sicily By Car Palermo Basket per 88-75. A guidare le emiliane 27 punti di Bocchetti e la prestazione da 10 punti e 22 rimbalzi di Kunaiyi-Akpanah; dall’altro lato non bastano l’esordio di Cooper e la prova di Verona (16 punti). La top scorer Bocchetti commenta così il successo: «Erano due punti che volevamo, sono frutto di un lavoro di squadra incredibile. Tutte siamo state pronte nel momento decisivo, a oggi siamo una grande squadra. Questa vittoria ci permette di avere un atteggiamento positivo, fiducia nei nostri mezzi e consapevolezza di quello che siamo».

La Limonta Sport Costa Masnaga vince 67-73 al PalaDozza contro la Virtus Segafredo Bologna. Seletti ritrova una buona Balossi (7 punti), a decidere sono le veterani Rulli e Baldelli che combinano per 41 punti. Seconda vittoria di fila per le lombarde, più incisive nel finale: «Sono molto contento per questa vittoria. La tenuta mentale negli ultimi quarti è cambiata rispetto alle prime partite, abbiamo acquisito più fiducia nei nostri mezzi e questo ha invertito decisamente il trend. Sono contento anche per Giorgia Balossi perché stasera è stata davvero strepitosa al rientro».

(Foto di Marco Brioschi)

Partner