Dopo le due belle vittorie ottenute a Palermo e in casa con Vigarano (80-62) l'Allianz Geas deve ora affrontare lungo il proprio percorso di crescita la difficile tappa della trasferta a San Martino di Lupari, domenica alle ore 18. Sesto, in sesta posizione con 18 punti, proverà ad agganciare la Fila, quarta in classifica a quota 20, e a rifarsi dalla sconfitta incassata all'andata provando a invertire la differenza canestri. Al PalaNat contro le venete le sestesi erano cadute 65-73: allora le migliori in campo erano state le due statunitensi Angela Bjorklund (19 punti) e Brooque Williams (17): la guardia rossonera di Pittsburgh proverà a tenere alto il livello del proprio gioco e a iniettare linfa vitale all'attacco delle lombarde, in continuità con l'ultima prestazione avuta con Vigarano (30 punti con buone percentuali, 4 rimbalzi e 3 assist). Anche le ragazze di coach Abignente proveranno ad allungare a tre la striscia di risultati positivi, dopo i successi ottenuti a Battipaglia e a Costa Masnaga (62-70). Per San Martino domenica contro il Geas esordirà il nuovo innesto dall'estero arrivato in Italia da pochi giorni in seguito alla liberazione dello slot da extra-comunitaria dovuta alla completa acquisizione del passaporto italiano da parte della lunga Ostarello. Vestirà la maglia delle Lupe per la prima volta l'imponente (188 cm) esterna classe 1993 Jazmon Gwathmey, dotata della cittadinanza americana e di quella portoricana (in virtù della quale gioca con quella nazionale, con cui ha anche vinto l'oro ai campionati centroamericani nel 2018), con diverse prestigiose esperienze sulle spalle: dopo l'Ncaa ha infatti disputato tre stagioni in Wnba, prima con San Antonio e poi, per due anni (nel 2017 6.2 punti di media), con le Indiana Fever; oltre alle esperienze nel Nuovo Continente la guardia ha anche giocato in Australia, in Corea del Sud, in Spagna e a Porto Rico.

Dall'inizio della stagione l'Allianz sta segnando in media 72.6 punti (47% da due, 29% dall'arco e 70% dalla lunetta), raccogliendo 35.9 rimbalzi e distribuendo 15.9 assist; leggermente inferiori le medie punti e rimbalzi di San Martino (68 punti tirando con il 45% da due, il 36% da tre e il 73% ai liberi, con 33.4 rimbalzi), che però detiene la seconda media assist del campionato (dietro soltanto ai 20.9 della Reyer Venezia) con 19.2.

Con la play Caterina Dotto ancora in recupero, coach Abignente, oltre che sulla nuova arrivata Gwathmey, potrà contare sulla talentuosa e solida ala Usa del 1989 Bjorklund, che sta correndo a 17.3 punti, 4.2 rimbalzi e 2.9 assist, sulla fisica pivot lituana classe '85 Egle Sulciute (10.1 punti, 8 rimbalzi e 4.6 assist), e sulla lunga italo-americana nata nel 1991 Samantha Ostarello, che sta macinando 12.1 punti, 8.4 rimbalzi e 2.3 assist. Le rossonere dovranno prestare attenzione anche alla lunga veterana, nonché azzurra della nazionale 3vs3, Marcella Filippi, che in questa stagione è tornata su cifre importanti con 9.3 punti, 2.8 rimbalzi e 2.1 assist, e alla continua play del '95 Elena Fietta, che sta producendo 7.9 punti, 3.5 rimbalzi e 3.3 assist a gara.

SARA CRUDO – "La gara con San Martino è per noi davvero importante poiché vale la possibilità di arrivare al quarto posto. Sappiamo che sarà un incontro difficile: quello della Fila è un campo molto ostico, ma noi andremo lì intenzionate a portare a casa i 2 punti. Bisogna arrivare alla partita con estrema concentrazione e con la consapevolezza del valore della posta in palio. Ci stiamo preparando alla gara con molta attenzione e cura ai dettagli. Sarà fondamentale rimanere concentrate per tutti i 40' e impostare il nostro gioco a partire dalla difesa: quando prendiamo il giusto ritmo nella metà campo difensiva riusciamo a sfruttare questa spinta anche in attacco. Solo così potremo dare del filo da torcere a San Martino".

COACH ZANOTTI – "Partita impegnativa: San Martino gioca molto bene e con determinazione: noi scenderemo in campo per fare il meglio. È un incontro importante: vincere in Veneto sarebbe una buonissima cosa per i piazzamenti in classifica. Sappiamo però che non sarà facile: sono richiesti alti livelli di energia, impegno e concentrazione".

"Giocare in trasferta a San Martino è sempre complicato – dichiara Nazareno Lombardi, assistente di coach Zanotti sulla panchina sestese –: la squadra, pur non in un eccellente momento di forma, viene da due vittorie consecutive e si è appena rinforzata con l'arrivo della forte e fisica esterna Gwathmey. Sicuramente avranno tanto entusiasmo da riversare sulla gara: la partita ha un alto valore, sia per loro, per mantenere il quarto posto e non farsi battere in casa, che per noi, per provare a ribaltare la differenza canestri dell'andata e per salire di una posizione in classifica. Bjorklund è una giocatrice dall'immenso talento, molto tecnica e intelligente, capace di segnare molto e di mettere le compagne in condizione di fare altrettanto. Sulciute sta dimostrando con continuità di essere un'atleta con abilità ed esperienza. Uno dei nostri obbiettivi sarà provare a rompere il loro ritmo per imporre il nostro".

Riguardo alle Final Eight di coppa Italia, la città ospite della competizione sarà Lucca, nel weekend lungo del 3-4-5 aprile: l'Allianz Geas inizierà sfidando la Reyer Venezia ai quarti, nella riedizione della semifinale di coppa dello scorso anno vinta dalle sestesi contro i pronostici iniziali. A causa della coppa Italia, tre giornate del girone di ritorno del campionato subiscono spostamenti: l'incontro casalingo con Torino, inizialmente fissato per domenica 15 marzo, sarà anticipato a mercoledì 4 marzo; la trasferta di Schio, in programma per il 22 marzo, andrà in scena domenica 8 marzo; l'ultima gara della regular season in casa con Empoli scalerà dal 5 aprile a mercoledì 8 aprile.

Partner