Nella quarta giornata del girone di ritorno l’Allianz Geas affronterà la seconda edizione del derby lombardo con Costa Masnaga, questa volta in casa della Limonta, domenica alle ore 18. Sesto, ottava con 12 punti, arriva da una sconfitta incassata al PalaNat contro la prima in classifica Schio per 72-76 dopo aver recuperato da uno svantaggio di 16 punti ed essere arrivata in rimonta fino al -2 (Raca 21+4, Trucco 11+4); le lecchesi invece, decime con 8 punti (derivati dai successi ottenuti con Sassari, Faenza, Empoli e Broni), dopo aver saltato le due gare rinviate in trasferta a Sassari e a Campobasso, nell’ultimo turno hanno perso con Ragusa per 62-80 (15 di Matilde Villa, 10 di Spreafico, 10 di Allievi).
Domenica le rossonere, che dovranno scendere poi nuovamente subito in campo mercoledì 26 nel recupero del match in trasferta con Faenza in programma per le ore 18.30, partendo dagli aspetti positivi visti sul parquet contro la Famila proveranno a ripetere il risultato dell’andata, quando al PalaNat erano riuscite ad avere la meglio sulle ragazze di coach Seletti per 77-73 (per il Geas, 19+11 Graves, 17+6 Crudo, 15+9 Raca, 13+4+4 Gwathmey, 11+5 Dotto; per Costa, 15 di Matilde Villa e Jackson, 14 di Jablonowski e 13 di Vaughn). Dopo aver disputato rispettivamente 13 e 14 incontri, le sestesi stanno tenendo la media di 61.8 punti (39% da due, 30% da tre, 79% ai liberi), 34.4 rimbalzi e 12.2 rimbalzi, mentre le lecchesi, che finora hanno dimostrato una maggior propensione alla fase di finalizzazione, specialmente dentro l’area, stanno segnando 68.9 punti (44% da due, 25% dall’arco, 72% a gioco fermo), raccogliendo 36.3 rimbalzi e distribuendo 13.9 assist.
Rispetto alla gara d’andata e alle ultime partite del 2021, al gruppo della Limonta mancherà la forte ala-pivot statunitense del 1995 Jessica Jackson, che dopo aver fatto registrare in 11 gare una media di 10.9 punti e 4.8 rimbalzi, causa il riacutizzarsi di un problema al ginocchio e l’aggravarsi della situazione pandemica, ha deciso di tornare a casa negli States. Le ragazze di coach Zanotti dovranno però prestare ugualmente attenzione alle incursioni della talentuosissima giovane (classe 2004) esterna prodotto del vivaio di Costa Matilde Villa, che sta producendo 15.7 punti (nona in A1), 6.2 rimbalzi e 4.3 assist (sesta nel nostro campionato), a quelle dell’esperta e pericolosa guardia-ala lombarda nata nel 1991 Laura Spreafico, a referto con 14.8 punti e 3.4 rimbalzi, alla fisicità del centro americano del ’98 Mikayla Vaughn, che sta macinando 10.2 punti e 7.6 rimbalzi, e all’energia della lunga del Lussemburgo classe 1997 Lisa Jablonowski, che sta facendo registrare 7.7 punti uniti a 8 rimbalzi. A queste si unisce un fresco gruppo di giovani atlete cresciute nel vivaio della società, uno dei migliori d’Italia, composto dalle esterne del 2003 Vittoria Allievi (6.3 punti, 4.2 rimbalzi e 2.3 assist) e Laura Toffali, dalla playmaker classe 2002 Giorgia Balossi, dalle play-guardie del 2004 Eleonora Villa (7.2 punti) e Beatrice Caloro, dall’esterna del 2005 Ilaria Bernardi e dalle lunghe, rispettivamente del 2003 e del 2005, Marika Labanca e Cristina Osazuwa.
COACH ZANOTTI – “Quelle con Costa sono sempre partite combattute: dovremo cercare di controllare i ritmi e mettere attenzione difensiva su ogni singola avversaria. Affronteremo una squadra brava a prendere vantaggi da un gioco fluido fatto anche di tanti 1 contro 1. Sarà un match tosto”.
Ecco il commento di Gianmarco Petitto, assistente di coach Cinzia Zanotti sulla panchina sestese: “Sarà un derby importante per noi, una partita tosta, ma siamo pronti a combattere. Vogliamo ottenere la prima vittoria del 2022 e avremo di fronte una squadra sempre piena di energia e che dispone di molte brave giovani atlete. Costa sa mettere in difficoltà le squadre avversarie poiché è in grado di giocare per tanti minuti con quintetti dalla configurazione ‘strana’, a volte sotto-misura, e quindi dovremo essere pronti per fare una bella partita difensiva, soprattutto a livello degli 1 contro 1. Sarà poi necessario punire le lecchesi in attacco, trovando vantaggi vicino a canestro e coinvolgendo il più possibile le nostre lunghe. Entriamo ora in una fase del campionato con molte partite: la gestione del ritmo e dell’energia sarà fondamentale; dovremo cercare di sfiancare di volta in volta le avversarie arrivando alla fine con più forza di loro”.

Title Sponsor Serie A1
Partner
Partner Tecnici
Media Partner