31 gennaio 2019
Tweet
Share on Facebook

Serata da dimenticare per l'Umana Reyer Venezia, che cede 83-60 contro Montpellier e saluta l'EuroCup.
Un vero fulmine a ciel sereno, dopo il +19 del Taliercio: si sapeva che le francesi erano tostissime in casa, dove sono state un autentico rullo compressore in Europa. E anche stavolta, per sfortuna della Reyer, non hanno fatto sconti.
Si mette male già dal primo quarto per le orogranata, che subiscono un -9 per mano di Whitcomb e Malashenko. Nella seconda frazione il distacco tocca la doppia cifra ma la squadra di Liberalotto è brava a reagire e coi liberi di De Pretto e Carangelo e l'apporto di Anderson entra in partita. Uno 0-5 firmato Steinberga e De Pretto manda tutti al riposo sul 35-34. Il peggio sembra alle spalle, ma non è così: Whitcomb riporta Montpellier oltre la doppia cifra di scarto, le triple di Bernies e Bankole portano il vantaggio transalpino sul +16. Su questo margine la formazione di casa chiude anche il terzo parziale, 61-45. Di nuovo Bankole pareggia il confronto diretto e ormai l'inerzia è tutta dalla parte francese: Montpellier supera i venti punti di margine e li mantiene fino alla fine scongiurando ogni rientro di Venezia. Whitcomb con 24 punti è mortifera, ne aggiunge 25 Bankole, 14 e 10 rimbalzi per Ciak; alla Reyer non bastano 15 di Steinberga e 14 di De Pretto, la capolista della Sorbino Cup A1 saluta ufficialmente l'EuroCup sull'83-60 alla sirena finale.

BLMA Montpellier-Umana Reyer Venezia 83-60

(Foto FIBA)

Area Comunicazione LBF

PARTNER