11 agosto 2019
Tweet
Share on Facebook

Per chi conosce la storia della nostra Società,vedi libro "DA CINQUANT' ANNI A CANESTRO" edito nel 2013, non è inusuale inserire giocatrici giovanissime in prima squadra per poi constatare il successo di queste scelte non solo per capacità cestistica ma anche per longevità, indossando la divisa ufficiale delle "stelle alpine".
Correva l' anno del 1974-75 e la Gazzetta dello Sport dedicava un articolo alle "sedicenni del miracolo" allora debuttanti in Serie B (all' epoca non esisteva la A2 ). per non dimenticare altre singole giocatrici che, negli anni, a fronte di spiccate capacità cestistiche, da subito intercettate dai vari allenatori della prima squadra, facevano il loro debutto nel roster della società più significativa della bergamasca per quanto riguarda la pallacanestro femminile.
Scorrendo l'almanacco troviamo i nomi, dopo l' articolo sopra citato di : Gatti Rosangela, Mismetti Elena, Turrazzi Emanuela, Filippi Marcella, Morlotti Camilla, Lolli Francesca, Gatti Francesca, Marulli Selene, Silva Elisa, Gatti giulia; Lussana Chiara, Carrara Alice.
Oggi è la volta delle Atlete di casa :
>> MBENGUE NDACK ('02) : fresca di convocazione in maglia azzurra per l' Under16, Mbengue è fra le dodici atlete convocate dalla FIP per partecipare alle Olimpiadi Giovanili-EYOF dal 21 al 27 luglio a Baku (AZE). Prima esperienza lo scorso anno nel campionato senior di serie B con la Don Colleoni Trescore, Mbengue è pronta al grande salto nel roster di serie A2. Non ci resta che augurare un buon percorso di crescita insieme a tutto il gruppo, se son rose fioriranno e le stelle alpine sanno di cosa si parla.
>> RIZZO CHIARA ('04) : appena rientrata dal Torneo Internazionale dell' Amicizia con la nazionale Italiana under15, sarà certamente pronta alla "prova del nove". Non ha potuto lo scorso anno fare un' esperienza senior per la giovane età, ma ora tutto è pronto per la stagione agonistica che partirà il 26 Agosto dove Chiara sarà certamente una delle protagoniste del nuovo corso.
I gioielli adesso passano di mano da Stazzonelli a Fassina, con la certezza che i "carati" nel tempo aumenteranno.

PARTNER