La PB63 è lieta di annunciare a tutti i propri tifosi il quinto tassello della O.ME.P.S. Givova Battipaglia che prenderà parte al campionato di A1 Femminile 2019/2020.
Si tratta di Michaela “KK” Houser (Michaela solo all’anagrafe, “KK” per tutti…il motivo lo spiega nell’intervista), fortissima guardia statunitense dalla carriera brillantissima e reduce da un’ottima stagione disputata in Svezia con la canotta del Lulea Basket.
Con questo ennesimo ingaggio di qualità, la PB63 dà un’ulteriore conferma della propria ferma volontà di recitare un ruolo da protagonista nella prossima stagione. KK è una giocatrice eccellente che va ad inserirsi in un roster che acquisisce una fisionomia sempre più delineata e sempre più esaltante, ricco di giocatrici in grado di far sognare la tifoseria battipagliese.        
Nata a Lincoln, Nebraska, il 15 maggio del 1991, KK inizia la propria carriera nel campionato collegiale statunitense. Per ben 5 stagioni, indossa la canotta del Purdue ed il suo rendimento – e le sue statistiche – sono un continuo crescendo che culmina negli oltre 15 punti di media a partita dell’ultima stagione da universitaria.
A partire dalla stagione 2014-2015, la sua carriera prosegue oltreoceano dove gli ottimi numeri collezionati negli States non solo si consolidano, ma diventano più consistenti. KK gioca prima in Finlandia (nell’Aanekosken Huima), poi in Romania (nell’Olimpia CSU Brasov), poi, ancora, in Libano (nell’HOOPS Club) e, infine, come già raccontato, in Svezia (Lulea Basket): il suo rendimento, in questi anni, è più che ragguardevole e tocca il proprio apice con gli oltre 20 punti di media collezionati nel campionato finlandese, senza dimenticare gli oltre 18 di media dell’esperienza rumena e i 13,8 della scorsa stagione, notevoli considerando il livello importante del campionato svedese.         
Insomma, Michaela “KK” Houser rappresenta un serbatoio di punti e dinamismo (è una giocatrice brevilinea e rapidissima) che può far sognare ulteriormente i tifosi di una O.ME.P.S. Givova Battipaglia che di “bocche da fuoco” (ossia, di ottime realizzatrici) ne ha davvero tante nel proprio roster.
In attesa, presto, di vederla in azione allo Zauli, ecco le prime parole di KK da giocatrice biancoarancio…
"Sono estremamente onorata ed entusiasta di avere l’opportunità di giocare nel campionato italiano che so essere molto duro e competitivo e impreziosito da molte giocatrici di alto livello.
I miei obiettivi personali, per la prossima stagione a Battipaglia, sono competere e giocare ad alti livelli. Sono molto competitiva ed amo vincere, ma penso che sia più importante avere una squadra con una buona chimica. Voglio essere una brava leader e mostrare le mie abilità al cospetto di giocatrici di alto livello.
Come donna, adoro la vita all’aria aperta ed il mio cane: ho un Mini Goldendoodle di nome Nola. La mia famiglia è molto importante per me, specialmente mia madre. Amo la musica, il cibo e lo shopping. Mi piace esplorare nuovi coffee-shop nei quali avere l’opportunità di completare le mie letture quotidiane della Bibbia.
Come giocatrice, sono molto competitiva: amo vincere! Sono una giocatrice piccola, ma rapida. Prediligo le squadre che facciano della velocità la propria prerogativa e nelle quali si corra molto.  
Nessuno mi chiama Michaela, nemmeno mia madre! Ah ah! Il soprannome KK ce l’ho fin da quando avevo solo pochi anni di età. Ho un fratello maggiore che, all’epoca, non era in grado di pronunciare il nome Michaela, quindi ha iniziato a chiamarmi “KK”…e quel soprannome, da allora,  è rimasto sempre con me…".

Partner