16 agosto 2019
Tweet
Share on Facebook
È Marta Gomez la terza ed ultima straniera che la PB63 inserisce nel proprio roster per la stagione 2019/2020. Il suo ingaggio va a completare un terzetto ottimamente assortito e che ha tutto per far sognare i tifosi della O.ME.P.S. Givova Battipaglia. Perché dopo lo strapotere fisico di Jarosz e le qualità tecniche di Houser, arrivano a Battipaglia l’intraprendenza e la personalità di una ragazza molto giovane e molto determinata che si è comportata benissimo negli States e che arriva in Europa con credenziali importantissime.  
Nata a Valles, in Spagna, il 27 febbraio del 1997, Marta è reduce da quattro stagioni agonistiche brillantissime, disputate con la canotta della Wyoming University. Nella stagione passata, l’ulteriore ed importante salto di qualità, quello che ci consegna una giocatrice che si spera potrà dare un contributo prezioso alle ambizioni della nuova Battipaglia di coach Sandro Orlando.  
Nell’ultima stagione, infatti, Marta ha collezionate cifre notevolissime: 15,9 punti di media, 28 volte in doppia cifra – in ben 11 di queste occasioni, toccando almeno quota 20 punti – e, soprattutto, percentuali ragguardevoli nel tiro da tre (Marta ha chiusa la scorsa stagione con il 47% dalla distanza!).   
Insomma, nonostante la giovane età, Marta fa intravedere, nitido, il potenziale per diventare una giocatrice di spessore: il nostro auspicio è che sia proprio Battipaglia la piazza che la consacri giocatrice ad altissimi livelli. Le qualità fisiche e tecniche non le mancano, né le mancano personalità e mentalità vincente, come intuibile dalle prime dichiarazioni rilasciateci da giocatrice biancoarancio.  
"Ho pensato a lungo all'Italia mentre ragionavo su dove poter andare a giocare. Mi piace il Paese, mi piacciono le persone e mi piace la cultura perché è molto simile a quella spagnola. Sono davvero entusiasta della scelta fatta e non vedo l'ora di scoprire cosa posso fare per la squadra e per la città di Battipaglia. Il mio obiettivo per la prossima stagione è quello di sviluppare un po' di più tutte le mie abilità e di fare tutto il possibile per permettere alla squadra di essere nei primi posti della classifica. Mi piacerebbe che Battipaglia disputasse i playoff e che, magari, nella stagione successiva, potesse giocare in Europa. Battipaglia è una grande città e merita di avere una buona squadra di basket che la esalti. Mi descriverei come una donna forte che è in grado di prendere decisioni difficili mentre cerca le migliori opzioni per lei e per le persone che la circondano. Sono una persona allegra ed amo passare il tempo con i miei cari, sia la famiglia che gli amici.
Come giocatrice, mi piace tirare e giocare attorno alla linea dei 6,75, ma posso anche avvicinarmi al canestro e giocare in post basso. Quindi, penso di poter mettere molte cose a disposizione di questa squadra". Benvenuta a Battipaglia, Marta!
PARTNER